L’Italia che vuole l’uguaglianza

uguali-logo-def-manifestazione-250x400

Comunicato stampa Manifestazione nazionale Uguali

9 ottobre 2009

L’Italia che vuole l’uguaglianza

Sabato 10 ottobre dalle 15.30 a Roma la manifestazione del movimento lgbt. Tra i partiti aderiscono alla piattaforma Italia dei Valori, PdCI e Sinistra e Libertà. Il messaggio del nipote di Harvey Milk

“L’Italia che vuole l’uguaglianza per tutti i cittadini sarà al nostro fianco sabato a Roma” – dichiara Fabianna Tozzi, portavoce della manifestazione nazionale Uguali, proposta dal movimento lgbt – “Solo chi ha aderito alla nostra piattaforma rivendicativa combatte davvero l’ondata di violenza e di odio verso le persone più deboli, condividendo l’idea che solo la parità di diritti per tutte e tutti e una nuova cultura basata sull’uguaglianza e sulla pari dignità possano far crescere una società nuova di integrazione e rispetto reciproco. Il 10 ottobre in piazza scenderà l’Italia civile che vuole rimettere al centro i bisogni della comunità lgbt e sconfiggere il pregiudizio attraverso la richiesta di interventi nelle scuole, di pari accesso al riconoscimento di tutte le coppie, del diritto alla salute per ogni individuo…”.

Leggi la piattaforma rivendicativa completa su: https://uguali.wordpress.com/piattaforma-rivendicativa-lgbt

Nel corteo saranno presenti alcune istituzioni territoriali che danno il vero esempio di convivenza civile e rispetto della dignità di tutti i cittadini: i Comuni di Bologna, Firenze, Pisa, Livorno, Polistena (RC) e Torino e la provincia di Firenze.

Tra i partiti politici – a livello nazionale – hanno aderito Italia dei Valori, Sinistra e Libertà e il Partito dei Comunisti Italiani. Tra gli esponenti politici spiccano le adesioni di Ignazio Marino, candidato alla segreteria nazionale del Partito Democratico e di Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista.

Di estrema rilevanza la rete sociale di organizzazioni e sindacati che affianca il movimento lgbt in questa iniziativa di civiltà, composta tra gli altri da Arci, ANPI, Amnesty International, CGIL, LILA, Rete degli Studenti.

Ieri è arrivata la lettera al movimento lgbt italiano di Stuart Milk, nipote del grande attivista USA Harvey Milk, che invia un messaggio a tutti gli italiani: “…siamo tutti insieme sulle spalle di mio zio e siamo supportati da tutti quegli attivisti dei diritti umani che per primi hanno detto no alla discriminazione, no allo svilimento e quindi no alla disuguaglianza. Noi, come cittadini LGBT del mondo insieme a tutti gli altri italiani che saranno con noi il 10 ottobre, stiamo mandando un messaggio di uguaglianza che si trasformerà in una tempesta di diritti civili e così potremo spazzare via i vecchi messaggi di odio, intolleranza e divisione che impediscono a qualsiasi società di compiere a pieno il proprio destino.

Il concentramento della manifestazione è sabato prossimo 10 ottobre alle ore 15.30 in Piazza della Repubblica. Gli interventi della portavoce Fabianna Tozzi, della madrina Maria Grazia Cucinotta, delle persone lgbt che racconteranno le loro vite, saranno presentati da Delia Vaccarello si svolgeranno all’inizio dell’evento; poi seguirà il corteo, aperto da un grandissima bandiera arcobaleno, simbolo unitario del movimento lgbt (lesbico, gay, bisessuale e transgender), che si svilupperà per le vie del centro di Roma, passando davanti a Termini, percorrendo via Cavour e via dei Fori Imperiali e concludendosi in Piazza della Madonna di Loreto, vicino all’Altare della Patria. Nel corso della manifestazione sarà letto un messaggio del Ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna, che ieri ha incontrato i rappresentanti del movimento lgbt.

Saliranno sul palco di Uguali per raccontare la loro testimonianza di vita: Maria Luisa Mazzarella studentessa di Napoli che il 23 giugno scorso difese un proprio amico gay da un’aggressione in piazza Bellini a Napoli, Agata Ruscica e Angela Barbagallo coppia lesbica di Siracusa che da 26 anni vive insieme, Daniele Stoppello avvocato di Roma che ha seguito tutti gli ultimi casi di aggressione ai danni di persone LGBT nella Capitale, Ettore Ciano genitore di un figlio gay e una figlia lesbica, Orlando Dello Russo e Bruno Di Febbo coppia gay abruzzese che vive insieme da 45 anni, Morena Rapolla ragazza transessuale aggredita assieme ad un’amica nel pieno centro di Potenza, Giordana Curati lavoratrice lesbica, una famiglia omogenitoriale che testimonia la presenza di migliaia di figli nati da genitori gay e lesbiche, Vladimir Luxuria e l’attrice Ottavia Piccolo.

Uguali – Comitato Promotore Manifestazione Nazionale Roma  10 ottobre 2009

Portavoce Fabianna Tozzi Daneri    

portavoce.uguali@gmail.com

347.6265494

Adesioni e informazioni:  https://uguali.wordpress.com/

Email: uguali@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...